Back to top

La Famiglia Biscioni

Ogni famiglia ha un segreto, e il segreto è che non è come le altre famiglie.
(Alan Bennett)

Il numero 10 di Ponte Vecchio secondo la vecchia numerazione oggi 38 rosso, dal 1871 è occupato dalla Gioielleria G. Biscioni. Giuseppe Biscioni, bisnonno dell’attuale proprietaria aveva acquistato la bottega e dato inizio all’attività. Da allora, eccezione fatta per un brevissimo periodo durante la guerra, la bottega è sempre stata aperta e dietro il banco c’è sempre stato un Biscioni.

Dopo Giuseppe, il figlio Gino che ha lasciato l’attività a Giancarlo ed oggi è Giuditta, sua figlia a guidare il negozio, scegliere le pietre, incontrare i clienti. Quattro generazioni di uomini e donne che da questo sporto affacciato su un angolo di Paradiso hanno accolto clienti da ogni parte del mondo per realizzare i loro piccoli e grandi sogni. “Bisogna decidere se si vuole stare dietro al banco o dietro al banchino” così diceva Gino suggerendo alla nipote che la gioielleria richiede una grande specializzazione in tutte le sue componenti.

Da più di un secolo questi artigiani fiorentini disegnano le loro creazioni ascoltando si suggerimenti dei clienti e realizzano prodotti originali attuali ancora oggi e che in ogni occasione riescono a strappare uno sguardo di ammirazione.